Che cos'è Additive FVG

INTRODUZIONE

Tecnologie fino a poco tempo fa impiegate solamente in settori molto particolari come quello aerospaziale e medicale, ma che presto rivoluzioneranno la produzione industriale per tutto il manifatturiero e non solo. Sono le tecnologie additive, ovvero la stampa 3D a livello produttivo industriale. La capacità di utilizzare tali tecnologie diventerà nei prossimi anni un fondamentale fattore di vantaggio competitivo per le imprese, che avranno presto bisogno di competenze nuove, soprattutto nella progettazione di nuovi prodotti. Ma non ci si ferma qui: grazie a queste tecnologie le aziende possono anche ripensare i propri modelli di business come, ad esempio, nella gestione dei ricambi.

QUADRO DI RIFERIMENTO

Nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia esistono condizioni uniche e favorevoli per diventare punto di riferimento europeo sulle tecnologie additive ed è possibile fare in modo che in FVG le competenze crescano più rapidamente che in altre regioni d'Europa e che più rapido sia l'utilizzo competitivo di queste tecnologie da parte delle imprese del territorio.

Infatti nella nostra Regione sono presenti:

  • una grande azienda leader mondiale e precursore nel campo delle tecnologie 3D applicate all’ortopedia: Lima Corporate 

  • 3 università (UniUD, UniTs e SISSA) che hanno avviato il LAMA (Laboratorio di Meccatronica Avanzata) con una sezione (quella di Udine) dedicata alla ricerca e allo sviluppo di conoscenza sulle tecnologie additive

  • un cluster di riferimento per la gestione del sistema metalmeccanico regionale, il COMET, che conta quasi 4.000 imprese

  • una scuola speciale di tecnologia finalizzata ad un inserimento di qualità nel mondo del lavoro che forma tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività delle imprese: MITS Malignani

  • un Parco Scientifico e Tecnologico (Luigi Danieli di Udine) integrato ed in stretta relazione con la ricerca e le imprese del territorio e con l’Europa: più di 200 sono i partner progettuali europei con i quali è in stretta relazione grazie ai propri progetti europei vinti e realizzati o in fase di realizzazione, più di 50 progetti di ricerca e sviluppo presentati dal 2015 con le imprese del territorio sui bandi regionali

  • grandi aziende che guardano con interesse a tali tecnologie

Tutto ciò ha favorito ad inizio 2017 l’avvio di incontri e discussioni non solo con interlocutori locali, ma anche con centri di ricerca austriaci  come lo Joanneum di Graz e con il principale produttore mondiale di sistemi industriali per la stampa 3D: EOS. 

Si è subito compresa l’opportunità di sviluppare un nuovo progetto, Additive FVG, che rappresenti uno strumento di politica industriale, coerente con la Strategia di Specializzazione Intelligente regionale e la legge regionale Rilancimpresa FVG, caratterizzato da una visione trasversale e di raccordo sulle componenti che più delle altre contribuiscono ad accrescere la competitività di un territorio:

  • CONOSCENZA, per formare risorse umane e competenze e fare ricerca applicata
  • IMPRESE, per lavorare insieme e far sperimentare loro le tecnologie additive
  • IDEE DI BUSINESS, per supportare attraverso l’incubatore certificato Friuli Innovazione nuove idee nell’ambito delle tecnologie additive

Un progetto che, attraverso azioni coerenti con una visione comune, metta in squadra, valorizzi e potenzi ulteriormente le capacità di soggetti diversi (Università, imprese, ricercatori, startup, istituti tecnici, cluster) di accelerare lo sviluppo della Regione, perché ciascuno sia consapevole del proprio ruolo, ma teso insieme agli altri verso un obiettivo comune.

IL PROGETTO ADDITIVE FVG STEP BY STEP

Dopo l’evento “Succederà. Il manifatturiero prossimo venturo in FVG” del 30 marzo 2017, organizzato da Friuli Innovazione e dal COMET al Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine,  Friuli Innovazione ha consolidato relazioni e sviluppato approfondimenti con tutti gli interlocutori principali.

In particolare ha:

  • collaborato con l'Università di Udine, organizzando gli Open Days Additive FVG, 3 sessioni dedicate alle imprese per conoscere le tecnologie additive (22.9.2017, 20.10.2017, 23 e 28.11.2017)

  • operato con il MITS Malignani, che ha inserito nei suoi corsi dall’anno scolastico 2017/2018 un modulo di 40 ore dedicato alle tecnologie additive che sarà sviluppato in collaborazione con il LAMA. L’ITS Malignani sta inoltre valutando come progettare un nuovo corso di studio interamente dedicato alle tecnologie additive

  • operato con le imprese della Regione, verificando con incontri ad hoc il loro grado di interesse sull’iniziativa e sulla possibilità di sviluppare un'area Additive FVG Square, dove le imprese possano operare con sistemi di stampa industriale 3D per comprendere le tecnologie e come applicarle ai loro prodotti e componenti, formare risorse, accelerare il trasferimento della conoscenza dall'Università di Udine, formare nuove risorse

  • operato per sviluppare, nell’ambito dell’incubatore certificato di impresa Friuli Innovazione, competenze aggiuntive adatte a supportare idee di business e startup nell’ambito delle tecnologie additive, dei materiali (polveri per la stampa), dei software di simulazione

  • operato con il principale produttore di sistemi per la stampa industriale 3D - ovvero EOS - per coinvolgerlo direttamente nello sviluppo del progetto Additive FVG 

comet